I TRE POLMONI VERDI DEL MONDO

I TRE POLMONI VERDI DEL MONDO 04 set

La Terra è un pianeta dove a causa delle attività dell'uomo come l'urbanizzazione, il disboscamento e l'inquinamento molti paradisi di flora e fauna sono altamente minacciati. 

Da tempo si parla di "polmoni verdi" per indicare quelle aree che, data la loro ricchezza vegetale, contribuiscono fortemente alla salute della Terra e garantiscono la sopravvivenza di ogni essere vivente. 

I tre grandi polmoni verdi del mondo sono: 

1) AMAZZONIA: nota come Foresta Amazzonica, si trova in Sudamerica e si estende per 7 milioni di chilometri quadrati. Il 65% del territorio si trova in Brasile. E' caratterizzata da un clima umido di tipo equatoriale, frequenti piogge e temperature medie tra i 26° ed i 28°. Dalla prima metà del '900, l'Amazzonia è stata coinvolta in grandi mutamenti dovuti alle attività dell'uomo (tra queste il più pericoloso è il disboscamento, per la produzione di legname e per far spazio ad allevamenti intensivi). Nel corso del 2019 una serie di incendi boschivi stanno bruciando parte della foresta amazzonica in America Meridionale. Il 9 agosto 2019 è stato dichiarato lo stato d'emergenza. Gli incendi sono stati causati maggiormente da agricoltori ed allevatori locali che, senza autorizzazione, hanno dato fuoco ai propri appezzamenti o a parti della foresta per ripulire il terreno.

Secondo gli scienziati del museo di storia naturale di Londra la Foresta Amazzonica è rimasta impreparata di fronte agli incendi, che invece diventano parte importante del ciclo dell'ecosistema per altre foreste. E' stato considerato a rischio il 20% dell'ossigeno sulla Terra. 


2) FORESTA PLUVIALE DEL CONGO: è il secondo polmone verde più grande del mondo con una superficie di 2 milioni di chilometri quadrati. E' caratterizzata da una fittissima vegetazione  ed è considerata tra le aree fondamentali per l'equilibrio del nostro Pianeta,sia a livello climatico che si assorbimento di anidride carbonica. E' minacciata dalle crescenti attività dell'uomo ma anche dall'instabilità politica delle nazione che vi appartengono. 


3) TAIGA O FORESTA BOREALE: è uno dei più importanti biomi terrestri, un vero e proprio ecosistema con la vegetazione delle conifere dominante, con un'estensione fino a 12 milioni di chilometri quadrati. E' caratterizzata da un clima decisamente freddo (la temperatura può raggiungere -40° durante il periodo invernale) e da centinaia di specie vegetali. E' minacciata dall'espansione dell'uomo e dalle opere di disboscamento. 



Cerca articoli

Richiedi Informazioni