COSA SONO LE DIFESE IMMUNITARIE

COSA SONO LE DIFESE IMMUNITARIE 11 mar

Il sistema immunitario rappresenta per il nostro organismo un vero e proprio apparato difensivo, indispensabile per la protezione delle sostanze estranee nocive (antigeni). Gli antigeni sono di solito microrganismi quali batteri,funghi,protozoi e virus.

Il sistema immunitario è costituito da un complesso insieme di cellule ed organi altamente specializzati che cooperano, ciascuno con un ruolo ben determinato, alla difesa dell'organismo dalle infezioni.

Le cellule immunitarie più importanti sono i linfociti. Esistono due classi particolari di linfociti: i linfociti B, che si sviluppano nel midollo osseo ed i linfociti T, che maturano nel timo, un organo situato nel torace dietro lo sterno.

I linfociti B sono depurati alla produzione degli anticorpi, molecole proteiche che circolano nel sangue e che sono in grado di riconoscere sostanze estranee, e quindi di legarsi ad esse "marcandole" per la successiva distruzione da parte di altre cellule del sistema immunitario.

I linfociti T sono invece in grado di attaccare e di distruggere cellule alterate che essi riconoscono come estranee.

I principali organi immunitari sono i linfonodi ed i vasi linfatici, che costituiscono un particolare sistema circolatorio che trasporta la linfa, un fluido trasparente che contiene i linfociti e che va a confluire nel sangue. I linfonodi costituiscono delle "stazioni" all'interno della circolazione linfatica, dove le cellule del sistema immunitario possono riprodursi per contrastare uno specifico agente estraneo.

La milza, localizzata nella parte superiore sinistra dell'addome, costituisce un altro punto di raccolta, dove le cellule linfatiche trasportano gli organismi estranei che sono stati convogliati dal sistema linfatico.

Anche le tonsille, le adenoidi e l'appendice sono formate da tessuto linfatico.

Una caratteristica fondamentale del sistema immunitario è la capacità di distinguere tra le sostanze che non costituiscono un pericolo e che dunque possono o devono essere preservate, e quelle che invece si dimostrano nocive per l'organismo e che devono quindi essere eliminate. A seconda delle modalità di riconoscimento degli antigeni si possono distinguere due aree del sistema immunitario:

  • Immunità aspecifica (o innata) è la prima linea di difesa contro le aggressioni esterne, più rapida ma non ugualmente efficace contro tutti gli antigeni;
  • immunità specifica (o acquisita) consente invece una risposta difensiva più potente e mirata ad un particolare antigene, ma più lenta perchè per produrre anticorpi specializzati deve prima entrare in contatto con l'agente infettivo. 

FONTE: https://www.vicks.it/it-it/la-scienza-della-cura/come-prevenire-l-influenza-e-il-raffreddore/cosa-sono-le-difese-immunitarie


Cerca articoli

Richiedi Informazioni